Benefici e svantaggi dei B2B e-marketplace

Venditori e compratori utilizzano gli e-marketplace principalmente per il risultato percepito. Esso non dipende solo dai benefici di parteciparvi, ma anche dalle possibili conseguenze del non farlo.

Un e-marketplace non è solo un luogo digitale per compratori e venditori che vogliono incontrarsi ma ottimizza anche i flussi di lavoro, aumenta la flessibilità e dirige la trasparenza nella relazione compratore-venditore. Allo stesso tempo, migliora l’accuratezza e la disponibilità delle informazioni, facilitando collaborazione e insieme controllo.

I tre maggiori benefici si possono a grandi linee sintetizzare in: miglioramento dei processi, riduzione dei costi e generazione di nuovo mercato.

Il miglioramento dei processi è rappresentato da procedure di ordinazione più facili e veloci, meno burocrazia, più facile comparazione e meno errori umani. Questi benefici comportano un risparmio di tempo grazie all’ottimizzazione e all’automatizzazione dei processi logistici e ad un miglioramento dei canali di informazione, che riducono il tempo speso a valutare alternative, selezionare, contattare e comunicare coi venditori. Inoltre venditori e compratori possono promuovere meglio i loro prodotti e la loro azienda e i servizi, grazie agli strumenti presenti online. Con cataloghi, curriculum, banner, ecc. si può raggiungere una maggiore visibilità, spendendo meno.
La riduzione dei costi è dovuta ad una maggiore trasparenza dei prezzi, ad efficienti meccanismi di determinazione dei prezzi, alla comparabilità dei prodotti, dei prezzi, dei venditori e dei compratori.
La trasparenza dei prezzi aumenta la competizione tra i venditori, che comporta un abbassamento dei prezzi in generale. Inoltre, avendo tutti gli interessati accesso alle stesse informazioni usando la stessa piattaforma elettronica, si riduce l’asimmetria informativa. Questo comporta una diminuzione dei costi di transazione e interazione dei fornitori, che risparmiano anche tempo e risorse di personale, che magari prima aveva il compito di convincere i nuovi possibili clienti, visitandoli uno alla volta.

Gli e-marketplace generano nuove possibilità di affari, aprendo le porte a nuovi fornitori e clienti, aumentando la soddisfazione della clientela e lo sviluppo di mercati completamente nuovi.
Compratori e venditori lontani geograficamente possono interagire facilmente e a basso costo, senza dover spostarsi o usare intermediari. Si eliminano barriere geografiche e fusi orari, garantendo un accesso facile   e veloce tutto il giorno, tutti i giorni.
I mercati digitali aiutano quindi a raggiungere una più ampia fetta di mercato, a prezzi più bassi, con maggiore assortimento e migliore qualità. Contribuiscono anche a migliori scelte di acquisto, permettendo ai compratori di conoscere fornitori che magari altrimenti non avrebbero considerato. Per i venditori, i mercati elettronici sono utili per migliorare la loro posizione competitiva, aumentare il loro numero di clienti e il volume delle vendite, sempre senza aumentare i costi di vendita.

L’unione di compratori e venditori e la collaborazione tra partner commerciali sono altri due valori aggiunti ai mercati elettronici: si supera la frammentazione del mercato, si garantisce l’accesso a una più ampia fascia dello stesso e a più scelte per i compratori.

Oltre a tutti questi benefici, ci sono anche degli svantaggi. Questi si notano quando gli investimenti fatti per l’automatizzazione e la riorganizzazione dei prodotti non badano agli utenti finali. Se i fornitori di un’azienda o i suoi lavoratori, non sono pronti per i vantaggi procurati da internet, l’effetto non sarà un miglioramento dell’efficienza, ma una grande confusione. Se si pensa solo all’ottimizzazione delle transazioni e ai loro costi, le relazioni interpersonali saranno ridotte e anche i legami sociali tra le compagnie. Tutti i vantaggi precedentemente presentati, dimostrano che è possibile aumentare efficienza ed effettività soprattutto quando si tratta di costruire reti logistiche funzionali. Analizzando a fondo tutti i fattori, l’organizzazione e le reti devono identificare la strategia appropriata per ottenere un successo sostenibile e tangibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *